Archivi categoria: yuu shirota

Ad ogni social idol il suo social network

Quando sono le solite malfamatissime riviste scandalistiche a mettere in piazza tutti i più turpi particolari della vita di un idol, si sa, i manager non possono far altro che sospirare ed alzare le spalle – ed occasionalmente snocciolare qualche mazzetta per mettere a tacere i segreti peggiori. Ma quando invece le riviste scandalistiche – se per difendere il loro territorio o se per amor del quieto vivere non si sa – cercano alla bell’e meglio di evitare, come si suol dire, di fare proprio nomi e cognomi, ci pensano direttamente i ragazzi implicati a metterci il nome, o meglio, metterci la faccia.

Chi un minimo si è appassionato alle mirabolanti vicende della Truppa Akanishi – o Akanishi Gundam, perché è più deficiente e meglio si addice al gruppo, a nostro parere, se non altro – non può non aver sentito parlare del famoso Club L, dove questi gran bravi ragazzi amano ritrovarsi in compagnia a trascorrere qualche piacevole serata davanti ad un the freddo con l’ombrellino (crediamoci). Le vicende che hanno avuto luogo in quel Night Club sono le più disparate, e non tutte sono riuscite a passare esattamente sotto silenzio: dai festeggiamenti per i compleanni dei vari Akanishi e Yamashita, agli incontri sporadici di quest’ultimo con la sua ex fiamma, la bella Yuu Abiru – che, per farvi capire un po’ che tipo sia, è una delle più care amiche dell’Uwasa Queen Erika Sawajiri, ed è stata licenziata dopo che la sua agenzia aveva scoperto che ad undici anni aveva l’abitudine di rubacchiare in giro, e da allora gliene sono successe bene o male di tutti i colori. Ma se siete in pena per la fanciulla, non temete, è stata vista proprio al Club L insieme a niente meno che Kim Jaejoong, ex Tohoshinki ed ora JYJ, nonché membro onorario della Truppa Akanishi, perché sì, pare che tra loro la regola del “non guardare l’ex ragazza del tuo amichetto” non valga.

Ma arriviamo al punto, e arriviamoci in fretta: per quanto le riviste scandalistiche cercassero di mantenere segreto il vero nome di questo Club L. – chissà, probabilmente più per paura della concorrenza che per altro – la cosa non è potuta durare a lungo, perché sono stati gli stessi famosi assidui frequentatori a rivelare, anche piuttosto ingenuamente, la denominazione del locale. Come? Ovviamente apparendo in bella vista su FaceBook.

Il primo ad attirare l’attenzione è stato ovviamente il Sexy Osaka Midget nazionale, dato che come sappiamo lui l’attenzione non la attira per niente, è tanto un bravo ragazzo che sta sempre sulle sue. Ryo Nishikido, membro dei NEWS e dei Kanjani8, si è fatto ritrarre in tutto il suo splendore (ed in tutta la sua ebbrezza, direi, guardando la foto) ad una serata chiamata Electric Nightbirds, al New Lex Tokyo – ed ecco svelato il nome del misterioso Club L. Ed ecco svelato anche il motivo della recente passione di Nishikido per lo slang americano, perché sempre tutta colpa di Akanishi (o dell’Aquaneesha, per citare una delle sue più recenti interviste) non può essere: pare che il ragazzo ami passare la serata in compagnia di stranieri, improvvisando qualche conversazione con il suo inglese non proprio perfetto – ma diciamo anche un po’ stentato… – nonostante gli altri sappiano magari benissimo il Giapponese. Inutile dirvi quanto ami passare la serata soprattutto in compagnia di ragazze straniere, preferibilmente modelle, nonostante ogni tanto pare che si sbagli e finisca a scambiarsi qualche bacetto non con la ragazza che aveva scelto (e questo mi ricorda parecchio Hey Girl!, la canzone scritta con Jin – da qualche parte avran dovuto pure prendere ispirazione, o sbaglio?), ma con un’altra, onde poi riscuotersi dal suo stato di perenne ubriaco ed allontanarla malamente.
In ogni caso, basta dare un’occhiata veloce alle foto di Facebook della pagina ufficiale del New Lex Tokyo per capire immediatamente che Ryo sia un habitué del locale: quando non appare da solo a bere e a caccia della prossima modella da importunare (click!), eccolo riconoscibile tra la folla con gli altri ragazzi della Truppa (click!, si notano soprattutto Akanishi e Hironori Kusano), abituali frequentatori del locale anche loro, come si nota dalle foto del piccolo Reho Akanishi (click!) amabilmente piazzato accanto al DJ, o il giovanissimo ballerino del corpo di ballo di Akanishi, Joey Tee (click!). Il mongolino d’oro però va senza dubbio all’ex Johnny’s Hironori Kusano (click!), che non contento di essere finito su Facebook, va anche a mettersi il tag con il proprio profilo – e, nel caso ancora qualcuno avesse dubbi sul fatto che fosse o meno ancora parte dell’agenzia, questo dovrebbe togliere ogni dubbio, dato che ai ragazzi non è permesso iscriversi ai Social Network (non che questo abbia fermato il signor Akanishi, o meglio, Fernandez Jin a suo tempo). Insomma, il succo della questione è che i ragazzi della truppa stanno più al Lex che a casa loro, e anche se sono Giapponesi non sono ninja per niente, al punto tale che uno degli ultimi album delle serate è intitolato “Jin’s Farewell“, una festa per dare un arrivederci ad Akanishi che di lì a poco sarebbe partito per il tour negli Stati Uniti.

La cosa preoccupante è, in effetti, che nonostante anche Jin Akanishi, Tomohisa Yamashita e gli Shirota siano spesso e volentieri presenti alle feste del locale, riescono a fare persino più attenzione di Nishikido a non farsi beccare in flagrante a importunare modelle dalle più svariate età anagrafiche e a non litigare con le fanciulle che gli rifiutano qualche effusione più intima o che non gradiscono i suoi ormai famosi morsi – addirittura, su qualche rivista scandalistica giapponese i giornalisti non hanno potuto fare a meno di esprimere il loro stupore per come all’estero venga sempre additato il povero Jin come “il Johnny’s sui generis e disturbatore”, che un santo non sarà, ma insomma, Ryo ne fa di peggiori, eccome.
Non so voi, ma io mi aspetto che all’entrata del New Lex presto venga appeso un cartello con su scritto “Attenzione al Nishikido!”.

D-BOYS will Amuse you! …pessimo gioco di parole, lo so

Nonostante qualcuno faccia ancora fatica a capire che questo è un blog di pettegolezzi, le vipere non si fermano di certo! Io però lascio alle mie colleghe il compito di scrivere gli articoli più divertenti sui gossip più piccanti e vi tengo informati sulle notizie più recenti…

Abbiamo parlato spesso della Johnny & Associates e dei suoi idols (perché, diciamocelo, sono quelli con gli episodi più divertenti da raccontare), così come abbiamo accennato qualcosa di altre case come la PS Company e la Avex Entertainment.

Ma cosa stanno facendo al momento altre due immense agenzie di spettacolo come la Watanabe Entertainment e la Amuse?

Se questi due nomi non vi dicono niente, non vi spaventate, in realtà le conoscete benissimo entrambe.

Partiamo dalla Watanabe. Questa casa, oltre a essere famosa per avere il contratto forse meno rigido dell’intero entertainment giapponese (…potremmo scrivere un articolo prima o poi, alcuni di questi ragazzi sono imbarazzanti che più imbarazzanti non si può), non è altro che la seconda casa di tutta quella schiera di magnifici ragazzi che lavorano sotto il nome di D-BOYS (dove la D sta per… aspettate che sicuramente dimenticherò un pezzo… Drama, Dream, Debut, Discovery, Development e forse le ho dette tutte). I D-BOYS sono attori (di drama, certo, ma anche di film e soprattutto di teatro, dove hanno all’attivo diversi famosissimi musical), cantanti (alcuni), ballerini (ALCUNI), host radiofonici, modelli e tanto altro. Ma soprattutto attori. I più famosi a livello televisivo sono forse Yuu Shirota (che anche se non è più un D-BOYS rimane sotto la Watanabe), Koji Seto (Kamen Rider Kiva, Atashinchi no Danshi, Tumbling), Yuichi Nakamura (Kamen Rider Den-O, Princess Princess D, Sunao ni Narenakute) e Shunji Igarashi (HanaKimi, ROOKIES, Ninkyo Helper).

A marzo era stata annunciata la formazione di una sub-unit del gruppo, e la scorsa domenica è finalmente iniziato il loro programma televisivo, D-BOYS BE AMBITIOUS (oh, nome soave! Neanche l’avessimo fatto apposta!), in onda alle 00:35AM la domenica notte su TV Tokyo.

Al momento la sub-unit è composta da Shunji Igarashi, Koji Seto, Yuichi Nakamura e Hirofumi Araki (da sinistra a destra nella foto qui sopra), ma stanno svolgendo delle audizioni per trovare il quinto membro e quella finale sarà a settembre. I risultati delle audizioni verranno raccontati durante lo show televisivo, a metà tra un varietà e un documentario, ma non sono riuscita a guardare l’episodio quindi non so se abbiano annunciato il nome ufficiale della unit. Inoltre, il programma sarà incentrato sulla realizzazione dei desideri degli spettatori… qualsiasi cosa questo voglia dire. Forse le foto del primo anno di vita di Igarashi-san, quando la madre, santa donna, lo vestiva da femmina? Io le guarderei volentieri, così tanto per dire, eh? O magari i video di quando Channaka (Nakamura) si portava i suoi ragazzi a “casa D-BOYS” a Omotesando? Guarderei pure quelli…
~~~
Ma passiamo alla Amuse. Anche qui, di sicuro conoscete gli artisti che rappresenta, perché tra gli attori ci sono nomi come Haruma Miura, Takeru Sato, Kento Kaku, Juri Ueno, Keisuke Koide, Yuta Hiraoka, Ryunosuke Kamiki e tra i cantanti Perfume, Southern All Stars, ONE OK ROCK, Porno Graffiti e tantissimi altri, questi sono solo quelli che mi vengono in mente così al volo.

Dal 2 al 4 agosto (a Tokyo) e dal 13 al 15 agosto (a Osaka) si terrà di nuovo, come l’anno scorso, il THE GAME ~Boy’s Film Show~, un breve film festival tenuto dai giovani attori della Amuse. Verranno proiettati brevi film con loro come protagonisti e ognuno avrà come tema un game, un gioco. L’anno scorso i biglietti sono andati sold out in un baleno, prevedo che sarà lo stesso quest’anno, anche perché sono previsti degli incontri con i fans… voi vi perdereste l’occasione di incontrarli, se ne aveste la possibilità?
Molti attori (più di dieci) hanno già confermato la presenza, e tra questi Haruma Miura, Takeru Sato, Ryunosuke Kamiki e Kento Kaku.

…qualcuno mi paga un biglietto per il Giappone? No? Lo immaginavo… Taccagni!

Alcuni dei vecchi, cari, sempreverdi pettegolezzi, parte due.

Ancora pettegolezzi che arrivano dritti dritti da Bubka, il periodico più quotato e dalle fonti più certe dell’entertainment giapponese (che, forse voi non basereste tutti i vostri articoli sulle confessioni di ragazzine ubriache e fan piangenti? Io sì, le trovo sinceramente esilaranti).
Nello scorso post, abbiamo nominato in modo vago la bella Keiko Kitagawa, la fidanzatina del Giappone, indicandola come tipica donna-copertura. No, non ci è sfuggito, l’abbiamo del tutto fatto di proposito, per suscitare la curiosità di chi, infatti, nei commenti ci ha chiesto delucidazioni. E siete pronti? Perché noi ve le diamo anche subito.

I Johnny’s, le loro coperture, e ciò che va coperto che invece sta scoperto.


La bella Keiko è, inutile negarlo, stata praticamente adottata da un quarto degli artisti dell’entertainment giapponese come perfetta copertura. Per dirla in termini un po’ più volgarotti, sembra esserseli passati un po’ tutti, un po’ contemporaneamente, un po’ troppo alla luce del sole e oltretutto erano tutti un po’ troppo consapevoli della cosa.
Tempo fa, scopriamo che la fanciulla ha frequentato le scuole insieme a Takahisa Masuda (Massu per gli amici, dei News, che sì, persino lui è andato a scuola) e che i due fossero, parole sue, piuttosto intimi. Nella stessa intervista, però, afferma di avere sempre avuto un debole per Ryo Nishikido che, dal canto suo, pare non l’abbia mai calcolata nemmeno di striscio.
Non soddisfatta, non riuscendo ad essersi avvicinata all’uomo della sua vita (o presunto tale), si è accontentata di un altro membro della truppa Akanishi completamente a caso, ovvero l’ex D-BOYS Yuu Shirota. Da quel poco che si sa di loro, sono stati visti (e fotografati: click!) insieme in un ristorante, nel corso di un appuntamento non troppo galante, dato che è terminato con la riunione con l’intera truppa, a cui la povera (povera?) Keiko si è dovuta suo malgrado unire per il resto della serata. La Watanabe, l’agenzia di Shirota, nota per la sua estrema elasticità nelle regole e nei contratti, a differenza di quasi tutte le altre agenzie di spettacolo giapponesi (ma prima o poi – più prima, che poi – parleremo anche di questo), ha immediatamente smentito la notizia di una relazione tra i due. Onde poi, molto intelligentemente, ritrattare la notizia e confermarla nel giro di una settimana. Questi giapponesi!
Evidentemente, fatto il suo lavoro di donna-copertura – copertura poi a cosa, lo deciderete voi – la bella Keiko ha deciso di cambiare obiettivo. Non molto tempo dopo, senza che da parte delle agenzie di nessuno dei due ci fosse stato alcun altro annuncio, la troviamo insieme al Principe del balletto classico Shuntaro Miyao (click!), quel ragazzo altissimo e bellissimo che ha recitato al fianco di Kamenashi, Uchi e Tegoshi in Yamato Nadeshiko Shichi Henge nel ruolo di un latin lover con i fiocchi. E dove sta il problema, direte voi? Da nessuna parte, il Principe Miyao è anche un gran bel ragazzo e la loro storia ci è sembrata quella che avesse un minimo di senso in più di tutti i flirt di Miss Kitagawa (certo, se eccettuiamo il continuo flirtare di Uchi e Miyao sul set del drama. Ma son ragazzi, son ragazzi..!). Se non fosse che!
Esattamente nel periodo della sua storia d’amore con Miyao, ha fatto in modo di farsi beccare più e più volte a braccetto con Tomohisa Yamashita (click!), proprio lui, il ragazzo che cerca di fare outing bene o male da quando ha dieci anni e che aveva appena concluso la sua fasullissima storia con la modella Seira Kagami (no, non avventatevi subito contro di noi, noi abbiamo le prove di tutto). Sta di fatto che, questa volta, è stata Keiko stessa ad evitare l’ennesima figura di donna-copertura e confermare, in linea con le dichiarazione della Johnny & Associates stessa, che lei e Yamapi sono solamente amici. Cosa di cui non avevamo nessun dubbio, visto che i due sono persino stati visti insieme a comprare una borsetta uguale nello stesso negozio.
Quindi, la nostra conclusione è sempre la stessa: Keiko, disdici l’abbonamento a Johnny’s e compagnia e trovati un bravo ragazzo, che la copertura è un lavoro sporco (ma qualcuno lo dovrà pur fare, dirai tu).

Ma facciamo un deciso passo indietro: alle presunte quasi dichiarazioni di omosessualità di Tomohisa Yamashita, e alla sua falsissima storia d’amore lampo con la modella Seira Kagami.
Innanzitutto, praticamente appena uscito dalla pubertà, all’ancor tenera età di diciannove anni, il ragazzino ha cominciato a rilasciare imbarazzanti (sicuramente per il suo manager e per la sua agenzia, che non sapevano più come zittire il dolce Golden Boy che diceva tutto con un’innocenza disarmante) dichiarazioni: a partire dal suo primo vero bacio non da drama, dato proprio a quell’età al suo migliore amico di vecchia data Jin Akanishi (cit.: “Il mio primo bacio? E’ stato con Akanishi-kun. Ah, ma è stato un indicente! Durante le prove del Summary, siamo scivolati e siamo caduti l’uno sull’altro. E’ stato molto imbarazzante!”). Ora, voi sapete, io so, e tutti sappiamo, che quella nella realtà sarebbe stata una nasata piuttosto dolorosa, di certo niente che si potesse considerare un primo bacio degno di questo nome. Tempo dopo, trovandosi il suo adoratissimo senpai Hideaki Takizawa ospite ad uno dei suoi concerti, candidamente ammette “Quand’ero più piccolo, avevo una cotta per Takizawa-kun”. Il fatto che l’avesse notato tutto il Giappone non aveva nemmeno sfiorato la sua innocente testolina, così come tutto il Giappone aveva notato anche la risposta di Tackey (“Era ricambiata!”). Ma questo, che ci crediate o no, è ancora niente. Le sue interviste sono diventate, con il passare degli anni, sempre più esplicite ed imbarazzanti: si va da un più scherzoso ed innocente “Cosa guardi come prima cosa in una donna?” “Il suo fidanzato!”, ad un decisamente più serio (e qui riportiamo parola per parola, perché decisamente ne vale la pena) “Ho molto amore nella mia vita, ma non ho una fidanzata. Pensavo che il mio cuore si fosse chiuso alle possibilità dell’amore, ma non è mai stato meno vero. […] Se devo pensare ad un appuntamento ideale, mi immagino con un mio amico, a mangiare qualcosa che piace ad entrambi, a guardare un film, ad addormentarci uno accanto all’altro, senza pensieri e senza imbarazzo. Penso che, in fondo, a tutti gli uomini piacciano gli altri uomini”. Che poi noi, di uomini a cui non piacciano gli altri uomini ne conosciamo tesoro, lo giuriamo (anche se, perché non ammetterlo, sono sempre meno).

Ed ecco che, pochissime settimane dopo queste dichiarazioni piuttosto esplicite, cominciano ad apparire foto al fianco di una bella modella, per metà giapponese e per metà franco-canadese. La nostra impressione è che a qualcuno dall’alto non sia garbata troppo la quantità non necessaria di informazioni rilasciate dal dolce Yamapi. Per la prima volta, infatti, la Johnny & Associates appare più che lieta di confermare le voci ed annunciare la relazione ufficiale tra i due, senza intervenire nella censura di foto come sempre aveva fatto, per proteggere la reputazione di uno dei suoi artisti di punta. La bella (bella?) storia d’amore dura… bene o male due settimane, finendo con un’intervista arrivata miracolosamente quasi integra alle nostre orecchie della bella Seira. La ragazza, stanca dei comportamenti infantili di Yamashita (che poi, stai con Yamapi e ti lamenti dei comportamenti infantili? Ma io direi di no…), ha voluto mettere fine il prima possibile alla storia, raccontando di come l’idol fosse sempre più interessato al vedere i propri amici piuttosto che lei e di come parlasse costantemente di loro, addirittura andando a comprare loro regali durante le loro uscite insieme (ahi ahi ahi Pi…). L’intervista finiva con un secco “Non c’era alcuna intesa fisica tra noi, non mi ha mai nemmeno sfiorata” che lascia davvero poco adito a fraintendimenti di alcun genere.
Il ragazzo non sembrava comunque esserci rimasto troppo male, non stiate in pena per lui: pochi giorni dopo comprava borsette con le amiche e andava ad ubriacarsi a Ni-chome con tutta la truppa.
C’est la vie…!

Il post è già diventato imbarazzantemente lungo, quindi per oggi mi fermo qua. Ma se volete vedere foto delle chiappe tatuate di Koki Tanaka… non dovrete aspettare ancora a lungo.

Alcuni dei vecchi, cari, sempreverdi pettegolezzi più esilaranti, parte uno.

Avendo iniziato questo blog da pochissimo, ci siamo rese conto di esserci perse il momento d’oro dei pettegolezzi più esilaranti – manco a dirlo quasi tutti riguardanti i dolci ragazzi della Johnny & Associates, che con quei musini puliti da bravi ragazzi, chissà cosa combinano, in verità. La maggioranza di essi hanno come fonte Bubka, che altro non è che un periodico assolutamente accreditatissimo, tant’è vero che crede ciecamente e riporta fedelmente i vaneggiamenti di ragazzine ubriache che sognano una storia d’ammore con l’idol del loro cuore. Ma che importa, in fondo? L’importante rimane sempre informare!

I Johnny’s e la loro corsa alle pari opportunità (e che opportunità!).

Tomoya Nagase, voce e frontman dei tutt’ora popolarissimi TOKIO, nonché il figaccione che ci ha fatto sospirare tutte in My Boss My Hero, è ufficialmente fidanzato con la bella e giovanissima – per lui – Saki Aibu, 25 anni compiuti proprio il 20 Giugno. I due sono stati spesso visti girare insieme tenendosi adorabilmente per la manina (click!), e Nagase in persona ha raccontato di aver fatto preparare un’enorme torta per il ventiquattresimo compleanno della sua minuscola – sempre per lui – fidanzatina. E’ ormai da molto che si vocifera di un matrimonio imminente, ma molto molto eh, ma quanto può durare quest’imminenza? Non per sempre. Ma allora, cosa aspetta il nostro Nagase? Non è che ci nasconde qualcosa?
…Forse sì. In Agosto dello scorso anno, esattamente un mese dopo aver comprato quell’enorme torta alla sua piccola fidanzata, Nagase è stato visto nel distretto Ni-chome a Shinjuku, che, per chi non lo sapesse, è casa di Kamena… no, è il quartiere gay che più gay non si può di Tokyo. Pare che fosse lì con alcuni amici, e che fosse già parecchio ma parecchio ubriaco quando è arrivato lì. Uno dei ragazzi nel locale, abbagliato dalla virilità dell’uomo della situazione, gli si è avvicinato, e, con fare molto ninja, pare gli abbia urlato “Dammi un bacio!”. E Nagase cos’ha fatto? Ha accettato, ovviamente, dando al ragazzino – speriamo almeno che fosse maggiorenne – un bacio che si ricorderà per tutta la vita, sentendosi oltretutto totalmente a proprio agio nel farlo. Che l’abbia fatto perché fosse già parecchio alticcio o perché non disdegnasse il fanciullo, questo è ancora da decidere.
Pare però che nessuno degli avventori del locale né tanto meno i proprietari fossero sorpresi di vedere lì l’idol sui generis. Infatti, lo stesso padre di Nagase – pur non essendo gay – è proprietario in un locale a Ni-chome.
Io dico solo una cosa: Saki, tesoro, sei una bella ragazza, sei giovane, hai fior fior di attori e manager pieni di soldoni che ti fanno la corte. Scappa finché sei in tempo, prima di ridurti a fare la donna-copertura come l’amica tua, Keiko Kitagawa.

Nagase non è di certo l’unico che ama passare le serate al distretto di Ni-chome (a parte Kame, non ci stancheremo mai di dirlo, perché ogni volta ci facciamo delle grosse grasse risate). La Truppa Akanishi – o Akanishi Gundam, che è persino più ridicolo e sa di gruppo dei peggio nerd là fuori – è infatti stata beccata in zona più e più volte. Cosa? Non sarete mica sorpresi? O non sapete cosa sia la Truppa Akanishi? Male, malissimo.
La Truppa Akanishi è quella compagnia di imbecilli formata da appunto Jin Akanishi (perché abbiano lasciato dare il nome a lui, questo è tutt’ora un mistero al pari di quello dell’esistenza del Bosone di Higgs), il fratellino minore Reho (conosciuto nel mondo del teatro come Souta o Fuuta), Tomohisa Yamashita, Ryo Nishikido, Yuu e Jun Shirota, quel tennista fattone di George Miyao, la new entry Hironori Kusano e quell’adorabile frociara di Crystal Kay (click e click!). Pare che il nutrito gruppetto di star, che certo non possono aspettarsi di passare inosservati, dopo feste e festini nei privé dei locali più in di Tokyo, abbandonino le donzelle che hanno allietato le loro serate ad un taxi e amino gironzolare sbronzi nel quartiere gay, parlando una lingua aliena che ad orecchio attento potrebbe sembrare un misto tra slang americano (tutta colpa tua, mister Melanzana) e kansai ben (qui la colpa è del Nishikido), con ovviamente qualche occasionale parola di spagnolo, data la presenza dei due giganteschi Shirotoni. Chi pensa che almeno il dolce Yamapi se ne stia buono in un angolo a guardare i suoi amici folleggiare si sbaglia di grosso. Sembra infatti che alla festa per il compleanno del suo migliore amico (o altra metà del suo cuore, come è stato molto virilmente definito da lui stesso) Jin Akanishi, fosse un bel po’ alticcio, e che al momento dello spegnimento delle candeline abbia spalmato una nutrita manata di panna sul volto del festeggiato, onde poi ridere come un idiota leccandosi le dita. Certo è che la cosa non stupisce nessuno, di certo non dopo le recenti dichiarazioni di Jin stesso fatte durante uno dei suoi concerti al Nissei Theater di Tokyo di essere “per le pari opportunità”.

Di esilaranti pettegolezzi da riportarvi ce ne sono ancora un bel po’, ma perché non lasciarvi un po’ sulle spine? Così ve li godrete meglio.