Archivi categoria: saki aibu

Alcuni dei vecchi, cari, sempreverdi pettegolezzi più esilaranti, parte uno.

Avendo iniziato questo blog da pochissimo, ci siamo rese conto di esserci perse il momento d’oro dei pettegolezzi più esilaranti – manco a dirlo quasi tutti riguardanti i dolci ragazzi della Johnny & Associates, che con quei musini puliti da bravi ragazzi, chissà cosa combinano, in verità. La maggioranza di essi hanno come fonte Bubka, che altro non è che un periodico assolutamente accreditatissimo, tant’è vero che crede ciecamente e riporta fedelmente i vaneggiamenti di ragazzine ubriache che sognano una storia d’ammore con l’idol del loro cuore. Ma che importa, in fondo? L’importante rimane sempre informare!

I Johnny’s e la loro corsa alle pari opportunità (e che opportunità!).

Tomoya Nagase, voce e frontman dei tutt’ora popolarissimi TOKIO, nonché il figaccione che ci ha fatto sospirare tutte in My Boss My Hero, è ufficialmente fidanzato con la bella e giovanissima – per lui – Saki Aibu, 25 anni compiuti proprio il 20 Giugno. I due sono stati spesso visti girare insieme tenendosi adorabilmente per la manina (click!), e Nagase in persona ha raccontato di aver fatto preparare un’enorme torta per il ventiquattresimo compleanno della sua minuscola – sempre per lui – fidanzatina. E’ ormai da molto che si vocifera di un matrimonio imminente, ma molto molto eh, ma quanto può durare quest’imminenza? Non per sempre. Ma allora, cosa aspetta il nostro Nagase? Non è che ci nasconde qualcosa?
…Forse sì. In Agosto dello scorso anno, esattamente un mese dopo aver comprato quell’enorme torta alla sua piccola fidanzata, Nagase è stato visto nel distretto Ni-chome a Shinjuku, che, per chi non lo sapesse, è casa di Kamena… no, è il quartiere gay che più gay non si può di Tokyo. Pare che fosse lì con alcuni amici, e che fosse già parecchio ma parecchio ubriaco quando è arrivato lì. Uno dei ragazzi nel locale, abbagliato dalla virilità dell’uomo della situazione, gli si è avvicinato, e, con fare molto ninja, pare gli abbia urlato “Dammi un bacio!”. E Nagase cos’ha fatto? Ha accettato, ovviamente, dando al ragazzino – speriamo almeno che fosse maggiorenne – un bacio che si ricorderà per tutta la vita, sentendosi oltretutto totalmente a proprio agio nel farlo. Che l’abbia fatto perché fosse già parecchio alticcio o perché non disdegnasse il fanciullo, questo è ancora da decidere.
Pare però che nessuno degli avventori del locale né tanto meno i proprietari fossero sorpresi di vedere lì l’idol sui generis. Infatti, lo stesso padre di Nagase – pur non essendo gay – è proprietario in un locale a Ni-chome.
Io dico solo una cosa: Saki, tesoro, sei una bella ragazza, sei giovane, hai fior fior di attori e manager pieni di soldoni che ti fanno la corte. Scappa finché sei in tempo, prima di ridurti a fare la donna-copertura come l’amica tua, Keiko Kitagawa.

Nagase non è di certo l’unico che ama passare le serate al distretto di Ni-chome (a parte Kame, non ci stancheremo mai di dirlo, perché ogni volta ci facciamo delle grosse grasse risate). La Truppa Akanishi – o Akanishi Gundam, che è persino più ridicolo e sa di gruppo dei peggio nerd là fuori – è infatti stata beccata in zona più e più volte. Cosa? Non sarete mica sorpresi? O non sapete cosa sia la Truppa Akanishi? Male, malissimo.
La Truppa Akanishi è quella compagnia di imbecilli formata da appunto Jin Akanishi (perché abbiano lasciato dare il nome a lui, questo è tutt’ora un mistero al pari di quello dell’esistenza del Bosone di Higgs), il fratellino minore Reho (conosciuto nel mondo del teatro come Souta o Fuuta), Tomohisa Yamashita, Ryo Nishikido, Yuu e Jun Shirota, quel tennista fattone di George Miyao, la new entry Hironori Kusano e quell’adorabile frociara di Crystal Kay (click e click!). Pare che il nutrito gruppetto di star, che certo non possono aspettarsi di passare inosservati, dopo feste e festini nei privé dei locali più in di Tokyo, abbandonino le donzelle che hanno allietato le loro serate ad un taxi e amino gironzolare sbronzi nel quartiere gay, parlando una lingua aliena che ad orecchio attento potrebbe sembrare un misto tra slang americano (tutta colpa tua, mister Melanzana) e kansai ben (qui la colpa è del Nishikido), con ovviamente qualche occasionale parola di spagnolo, data la presenza dei due giganteschi Shirotoni. Chi pensa che almeno il dolce Yamapi se ne stia buono in un angolo a guardare i suoi amici folleggiare si sbaglia di grosso. Sembra infatti che alla festa per il compleanno del suo migliore amico (o altra metà del suo cuore, come è stato molto virilmente definito da lui stesso) Jin Akanishi, fosse un bel po’ alticcio, e che al momento dello spegnimento delle candeline abbia spalmato una nutrita manata di panna sul volto del festeggiato, onde poi ridere come un idiota leccandosi le dita. Certo è che la cosa non stupisce nessuno, di certo non dopo le recenti dichiarazioni di Jin stesso fatte durante uno dei suoi concerti al Nissei Theater di Tokyo di essere “per le pari opportunità”.

Di esilaranti pettegolezzi da riportarvi ce ne sono ancora un bel po’, ma perché non lasciarvi un po’ sulle spine? Così ve li godrete meglio.

Annunci