Nessuno guarda il drama? Paga gli spettatori!

Hallyu wave: ebbene sì, se pensavate che avremmo risparmiato l’onda coreana dai nostri pettegolezzi, vi sbagliavate di grosso!
Ragazzi, sentiamo i fischi fin da qui… eddai, lasciamo da parte la guerra tra fandom? No? Come dite? Vi piace l’idea di avere qualcuno con cui prendercela quando scopriamo che i CD coreani costano meno della metà di quelli giapponesi? Non avete mica tutti i torti…

Ma comunque… lasciamo risse e azzuffate nelle hate meme del jpop, almeno per il momento.

Provate a pensare a cosa fareste per convincere il pubblico a guardare il vostro drama coreano che, in onda sulla tv giapponese dopo fior fiore di promozione, sta fallendo miseramente.

Se la vostra risposta è “naturalmente offrirei soldi agli spettatori, che domande!” siete in perfetta sintonia con la TBS, che sta trasmettendo in questo periodo il drama-fenomeno coreano “IRIS“.

Ebbene sì, la produzione, per cercare di aumentare i bassi rating ottenuti dal drama in Giappone, ha inserito un codice leggibile con il cellulare all’inizio di ogni episodio. La brava casalinga (perché sappiamo tutti che le casalinghe giapponesi sono le fan più accanite di Lee Byung Hun e dei lunghissimi drama coreani in generale), possono così accumulare punti per vincere qualcosa come 5 milioni di yen… non stiamo scherzando, no.

Qualcuno ha anche provato a chiedersi il perché di rating così bassi.

Che sia perché hanno cambiato il doppiatore di Lee Byung Hun, a cui è stata data la voce di Tatsuya Fujiwara (presente Battle Royale o Death Note? ecco, il protagonista di entrambi) anche se non è il suo solito doppiatore?
Che sia perché gli episodi, in Corea di 70 minuti, sono stati ridotti ai 45 soliti dei drama giapponesi?
Che sia perché i fans di Lee Byung Hun, TOP e tizi vari hanno già visto il drama in altri modi?
Che sia perché l’ondata coreana sta un po’ stufando i giapponesi?

Non lo sappiamo. Così come non sappiamo se lo stratagemma del codicillo in apertura funzionerà.
Quel che è certo è che la sigla giapponese del drama, “Tell me goodbye” dei Big Bang è una figata notevole. Punto.

4 risposte a “Nessuno guarda il drama? Paga gli spettatori!

  1. no comment…

  2. ma cambiare palinsesto, per esempio?
    cert che i giapponesi sono proprio un popolo ben strano, eh…
    alla faccia della crisi economica.
    ma poi scusate, le persone non potrebbero aspettare solo l’inizio della puntata, per prendere il codicino con il cellulare ed ignorare il resto?

    anche se, comunque, io parteciperei a questa estrazione…

  3. Ma voi che avete creato questo blog siete fantastiche a dir poco!!! xD Spero solo che prima o poi ci ritroverò qualche gossipino sui miei taiwanesucci! Altro che lotta fra fandom k e j! xD

    Vi amo!

  4. Ahahah!
    Certo che sono strani, i giapponesi!:D
    Tralasciando le ovvie modifiche tecniche che potrebbero essere apportate in caso di scarsa audience, un’iniziativa del genere potrebbe essere importata qui in Italia!8D
    Viste le cacate che ci propinano in TV, sono praticamente certa che quei soldi li vincerei in quattro e quattr’otto!:D

    Nota a parte: la sigla dei Big Bang è qualcosa di eccezionale.In tutti i sensi.Era da ‘haru haru’ che attendevo una cosa del genere.Un po’ di angstiness non guasta mai.:P

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...